Riappare sulla stampa Maria Sandra Telesca, già assessore alla Salute della giunta Serracchiani ed ora esponente di spicco del terzo Polo, che sottolinea la continuità tra la riforma sanitaria dell’amministrazione Serracchiani e quella della giunta Fedriga. E dà le ricette su come governare la sanità.

Che il governo del servizio sanitario della nostra regione sia particolarmente carente è una realtà, ma pare sconcertante che le ricette di buon governo arrivino da chi negli anni passati ha tanto contribuito all’impoverimento della sanità in FVG.

Ecco i contributi della riforma Serracchiani-Telesca:

– chiusura ospedale di Cividale

– chiusura ospedale di Gemona

– chiusura ospedale di Maniago

– chiusura ospedale di Sacile

– taglio di 579 letti ospedalieri per acuti

– soppressione di 80 reparti ospedalieri

– chiusura delle Centrali 118 di TS, UD, GO e PN

–aumento liste attesa interventi chirurgici esami diagnostici

–aumento tempi di attesa in PS

–aumento tempi soccorso

ecc. ecc. ecc.

E poi non credo che la Giunta Fedriga abbia bisogno di consigli per proseguire sulla via della riforma Serracchiani- Telesca.

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *